Commissariato Generale di Sezione

per la partecipazione italiana a Expo 2020 Dubai

Expo 2020 Dubai: un progetto Paese per l’internazionalizzazione dell’Italia

L’Esposizione Universale di Dubai del 2020 rappresenterà il più importante appuntamento internazionale dei prossimi anni per il nostro Paese, perché attraverso la partecipazione italiana di adeguato profilo alla manifestazione si potranno valorizzare le competenze più innovative del nostro Paese e illustrare al mondo i migliori modelli innovativi, inclusivi e sostenibili e le soluzioni per le sfide globali. L’ evento inoltre permetterà di accrescere la capacità dell’Italia di intercettare investimenti esteri in un’area, qual è quella Me.Na.Sa. (Mediterraneo, Nord Africa e Sud est Asiatico) ritenuta ormai strategica.

Questo è quanto è emerso oggi durante i lavori della Cabina di Regia per l’internazionalizzazione co-presieduta dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Enzo Moavero Milanesi e dal Vice Presidente del Consiglio e Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro e delle Politiche Sociali, Luigi Di Maio , momento di confronto che definisce ogni anno le linee guida e di indirizzo strategico in materia di promozione all’estero e internazionalizzazione del nostro sistema produttivo, comprensivo della programmazione delle risorse.

I settori prioritari individuati sono: manifattura meccanica e tecnologie industriali, agroalimentare, beni di consumo, infrastrutture e costruzioni, energia, aerospazio, scienze della vita, digitale, industrie culturali e creative, tecnologie per l’ambiente, navale, etc. Tali settori coincidono con quelli individuati dal Commissariato di Sezione per l’Expo Dubai 2020 come comparti di eccellenza italiana da valorizzare in occasione della partecipazione dell’Italia ad Expo Dubai 2020. Nel corso della riunione è stato inoltre evidenziato il ruolo delle Regioni italiane e degli enti locali nell’attrazione degli investimenti esteri, sempre più spesso interlocutori diretti degli investitori esteri. In questa prospettiva, il lavoro del Commissariato sarà teso a promuovere il coordinamento con e tra le Regioni per mappare competenze comuni e metodologie di lavoro condivise, in linea con la programmazione strategica nazionale.

Cabina di regia per l’Italia internazionale